Cronaca

Bufera sull’Avis Avellino, trattenevano soldi: scattano le espulsioni

Esposto della dirigenza regionale Accertamenti della Guardia di Finanza

Bufera sull’Avis di Avellino: chiedevano di fare del bene, donando sangue ma poi trattenevano soldi. Secondo quanto riportato dal Mattino sono stati espulsi dalla direzione nazionale i vertici irpini.

Avis di Avellino, trattenevano i soldi

Espulsi dalla direzione nazionale i vertici irpini dell’Associazione volontari italiani del sangue per non aver versato, per anni, sia le quote associative sia parte dei rimborsi ottenuti per ogni sacca di sangue raccolta. Un buco enorme nelle casse dell’associazione che per statuto è senza scopo di lucro. E rispetto al quale, la Procura della Repubblica di Napoli, su segnalazione dell’Avis regionale, ha deciso di vederci chiaro aprendo un fascicolo e affidando le indagini alla Guardia di finanza. Al momento non ci sarebbero iscritti del registro degli indagati. Ieri a Napoli il presidente, Angelo Perrotta, il direttore sanitario, Leonardo De Rosa, e l’amministratrice regionale, Teresa Amodio, hanno ufficializzato il provvedimento: “L’Avis comprensoriale di Avellino è stata espulsa per comportamenti anti-statutari. Da noi, chi non rispetta le regole è fuori”, dice De Rosa.

Articoli correlati

Back to top button