Economia

Laceno, stop al turismo arrivano i migranti

BAGNOLI IRPINO. «Ormai sui turisti non possiamo contarci, perché il turismo a Laceno non esiste più» queste le parole dell’albergatrice Pina Nicastro, proprietaria dello storico hotel “Il Cervialto”.
La difficile situazione degli impianti sciistici del monte Laceno colpisce tutta la comunità di Bagnoli ma soprattutto le attività commerciali della zona. Per la località sciistica del Laceno, da anni meta ambita degli appassionati, si prospetta un inverno duro e senza turisti.

È infatti confermata al momento, la chiusura della seggiovia che necessiterebbe di fondi per la manutenzione. Questo comporta una grave perdita agli albergatori della zona che si ritrovano senza prenotazioni per la stagione invernale.

Per sopperire alla mancanza, lo storico hotel “Il Cervialto” si dice disponibile all’accoglienza dei migranti.

«Il telefono non squilla più. – racconta Nicastro al quotidiano Il Mattino – E se chiama qualche cliente, che da anni per tradizione trascorreva le festa presso il nostro hotel, e ci chiede se riapriranno le seggiovie, siamo costretti a dirgli la triste verità, ossia che l’impianto di risalita non riaprirà. Non possiamo prendere in giro i clienti».

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button