Cronaca

Avellino, bomba contro il vescovado e tre feriti: condannato a otto anni di carcere

Arriva la condanna per Nelson Lamberti, accusato di aver fatto esplodere un ordigno artigianale all’ingresso del vescovado di Avellino.

La condanna di Nelson Lamberti

Il 49enne originario di Forino è stato condannato a otto anni di carcere. L’uomo avrebbe agito con l’intento di colpire il vescovo di Avellino, monsignor Arturo Aiello.

 Il pm Antonella Salvatore aveva chiesto una condanna di cinque anni con le accuse di lesioni personali, incendio doloso, danneggiamento, minacce e fabbricazione ed esplosione di ordigni esplosivi.

La vicenda

Lamberti si era scusato durante il processo. Aiello era stato preso di mira perché – secondo l’uomo – sarebbe stato “indifferente” alle sue condizioni difficili di vita (Lamberti è un ex tossicodipendente con disagio sociale). Nell’esplosione rimasero feriti un vigile urbano, Domenico Pironti, ed il direttore della Caritars, Carlo Mele, e Antonio D’Agostino, pensionato di 65 anni, che aveva riportato ustioni di secondo grado al braccio e al volto.

Articoli correlati

Back to top button