Cultura ed eventi

Summonte si veste di poesia al canto della civetta

SUMMONTE. Ecco la sua quarta edizione del premio biennale di poesia edita “Civetta di Minerva-Antonio Guerriero“, con la consueta partecipazione di nomi prestigiosi del panorama della poesia italiana e, soprattutto, con il coinvolgimento di un’intera comunità che diventa giuria popolare per la scelta del libro vincitore.

La quarta edizione avrà scadenza il 28 febbraio 2018 e si concorre con 6 copie di un libro di poesia in lingua italiana, edito tra il 1° gennaio 2016 e il 31 dicembre 2017. La partecipazione è gratuita come già le precedenti edizioni, segno di impegno verso una concreta diffusione della poesia di qualità.

 

 

Concorso di poesie

 

Caratteristica di questo concorso di poesia è quello di un doppio giudizio di merito. La giuria tecnica – composta da Domenico Cipriano (presidente), Raffaele Barbieri, Cosimo Caputo, Francesco Filia e Carlangelo Mauro – sceglie la terza dei finalisti e tra questi verrà decretato il vincitore da una giuria popolare di 20 persone del Comune di Summonte.  Ai finalisti è offerta l’ospitalità e un rimborso delle spese di viaggio.

Il vincitore, scelto dalla giuria popolare, si aggiudicherà un premio consistente nell’opera d’arte simbolo del concorso, realizzata dall’artista Giovanni Di Nenna e dal valore di 1.500 euro. Lucio Dello Russo dell’Associazione Spazio Incontro è il segretario del premio.

 

Cos’è il premio Civetta di Minerva – Antonio Guerriero

 

 

Un modo per far entrare la poesia nelle case e tra la gente, fuori dai soliti circuiti di appassionati o esperti di settore, favorendo la lettura e l’incontro con la poesia contemporanea.
Oltre alla sezione in concorso con la poesia edita, sono previsti altri due premi, assegnati dalla giuria tecnica; il Premio all’opera poetica ad un poeta di chiara fama, indipendentemente dalla partecipazione al concorso, assegnato negli ultimi anni ad Antonella Anedda e Luigi Fontanella e il Premio Irpinia, a un partecipante al concorso che per nascita, vissuto o poetica sia legato all’Irpinia. I nomi dei finalisti e dei vincitori dei premi speciali saranno resi noti durante una conferenza stampa nel mese di aprile.

 

Dove si terrà il Premio Civetta di Summonte

 

La premiazione si svolgerà a Starze di Summonte, presso il Centro Sociale Giovanni Paolo II, il giorno 19 maggio 2018, in cui ricorre la nascita di Antonio Guerriero, a cui il premio è dedicato.

 

Chi è Antonio Guerriero

Antonio Guerriero nasce nel 1950, da una famiglia contadina, ad 11 anni è in seminario a Somma Vesuviana, seguendo gli studi ecclesiastici e, nel 1974, si laurea in teologia alla Università Pontificia Urbaniana Propaganda Fidae. L’insoddisfazione di vivere le vicende di quel tipo di Chiesa lo porta ad iscriversi all’Università del Sacro Cuore di Milano, dove si laurea in filosofia nel 1977. Torna nella sua terra e cerca di cambiare le motivazioni della comunità, riuscendoci, in qualche modo, anche attraverso l’impegno politico. Figura sempre presente nelle attività culturali e non solo della comunità, si spegne alle ore 12 del 19 settembre 2008. La poesia come arte elevata in grado di sensibilizzare le coscienze, attraverso il premio a lui dedicato e il simbolo della filosofia di cui era attento studioso, diventa espressione di gratitudine per gli insegnamenti, la sete di cultura e il risveglio delle coscienze sempre prodigate da Antonio Guerriero.

 

 

Clicca qui per scaricare il Bando della IV edizione del Bando letterario “Civetta di Minerva” – Antonio Guerriero

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button