Cronaca

Scavi ex Ocevi Nusco, Maraia: «Intervengano Arpac e Noe»

NUSCO. Generoso Maraia, deputato del Movimento Cinque Stelle, interviene sul possibile conferimento di rifiuti tossici nello stabilimento ex OCEVI SUD di Nusco.

Scavi zona industriale, Maraia: «Si faccia chiarezza»

«Apprendo dalla stampa che la popolazione di Nusco e dell’Alta Irpinia vive momenti di forte preoccupazione a seguito del possibile rinvenimento di rifiuti tossici nello stabilimento ex OCEVI SUD nell’area industriale di Nusco.

Lo stabilimento è stato di recente oggetto di alcuni lavori di riqualificazione che improvvisamente, però, sono stati sospesi. Occorre informare subito i cittadini circa i motivi dell’improvvisa interruzione dei lavori: la popolazione ha diritto di sapere se nel sito sono stati interrati rifiuti tossici oppure se lo stop dei lavori è stato determinato da altro.

Nell’associarmi alla richiesta di chiarimenti inviata al Sindaco di Nusco da due consiglieri comunali dell’opposizione chiedo pubblicamente che sulla vicenda intervengano l’ARPAC e i NOE per effettuare tutti gli accertamenti del caso.

L’eventuale rinvenimento di rifiuti tossici presso lo stabilimento ex OCEVI SUD nell’area industriale di Nusco renderebbe necessario un intervento diffuso su tutta l’Alta Irpinia al fine di individuare e bonificare ogni sito inquinato.

L’elevata incidenza di tumori in Irpinia è una chiara sentinella d’allarme rispetto alla quale nessuno di noi deve restare indifferente.

Mi spenderò in tutte le sedi opportune affinchè sulla vicenda venga fatta la massima chiarezza possibile e sono a disposizione di tutti i cittadini impegnati in battaglie a difesa dell’ambiente poiché credo sia necessario affrontare insieme le criticità presenti sul nostro territorio per poterle risolvere nel miglior modo possibile».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button