Cultura ed eventi

Folletti, gondolieri e danzatori, il concerto al Cimarosa

AVELLINO.  Giovedì 7 dicembre, alle ore 20.30, nella splendida cornice dell’Auditorium del Conservatorio di Avellino, si terrà Folletti, Gondolieri e Danzatori – Dalle miniature germaniche agli affreschi italiani, concerto per pianoforte con il maestro Costantino Catena. Dallo Schumann delle “Danze dei compagni di David” alle canzoni popolari veneziane e alle danze napoletane di Liszt, uno straordinario viaggio tra le sette note per raccontare il romanticismo mitteleuropeo in musica.

Folletti, Gondolieri e Danzatori è il terzo appuntamento del cartellone “Il Cimarosa suona bene”, rassegna concertistica organizzata dal Conservatorio di Avellino, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro, realizzata con la collaborazione del Teatro San Carlo di Napoli, della Diocesi di Avellino e la Fondazione Telethon.  Fino a gennaio la rassegna, accompagnerà il pubblico del “Cimarosa” nella grande musica classica, nel jazz, nella musica sperimentale, nel tango, nel gospel e nel rock ‘n’ roll, passando per i canti delle feste della tradizione natalizia.

Oltre cinque secoli di musica in compagnia dei grandi maestri del pentagramma, da Gesualdo a Bach da Liszt a Schumann, passando per Gershwin, Piazzolla, Weill, il jazz del primo Novecento, l’omaggio a Elvis, le più belle colonne sonore del cinema internazionale e i canti della tradizione natalizia affidati al coro de “I Cimarosini” e alle Voci bianche del San Carlo di Napoli, passando per il Gran Concerto di Natale al Duomo di Avellino della “Cimarosa Young Sinfonietta”, il concerto del Coro dell’Università del Missouri, e un doppio momento di riflessione per le celebrazioni della Giornata della Memoria.

Il recital pianistico del maestro Costantino Catena, “pianista di un tipo ormai raro nella sua generazione, in lui sfolgora anzitutto l’arte del cantaresulla tastiera con invenzioni di fraseggio che ne dimostrano la squisita intelligenza musicale” come è stato definito sulla rivista Amadeus, sarà un personale omaggio a due grandi compositori del Romanticismo come Robert Schumann e Franz Liszt.

 

 

Il programma

 

 

La serata si dipanerà in due momenti.  La prima parte, sarà dedicata a Robert Schumann, musicista romantico per eccellenza, un poeta che si esprime attraverso i suoni, declinata attraverso la “Davidsbündlertänze op. 6” le celebri Danze dei compagni di David:  1. Lebhaft, 2. Innig, 3.Mit humor. Etwashahnbuchen. Schneller, 4. Ungeduldig, 5. Einfach, 6. Sehrrasch und in sichhinein, 7. Nichtschnell. MisausserststarkerEmpfindung, 8. Frisch, 9. Lebhaft, 10. Balladenmassig. Sehrrash, 11. Einfach, 12. Mit humor, 13. Wild und lustig, 14. Zart und singend, 15. Frisch, 16. Mitgutem Humor, 17. WieausderFernee 18. Nichtschnell.

Il secondo momento del concerto, invece, sarà tutto incentrato sull’estro di Franz Liszt in un viaggio musicale in Italia scandito dai brani “Gondoliera”,”Canzone”,”Tarantella” e la “Tarantella di Bravura”su “La muta di Portici”di Auber.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button