Cronaca

Catene troppo corte e senza cibo, intervengono le guardie zoofile

MONTORO. Catene troppo corte e animali senza cibo. Un cane non aveva nemmeno la cuccia. Dopo la triste vicenda che ha visto coinvolti ben 61 animali, tra specie selvatiche e protette, a Solofra, la storia si ripete.

L’ultimo caso ieri nella frazione Preturo di Montoro, dove sono intervenute le guardie zoofile di “Fare Ambiente“.

Cani maltrattati e senza cibo

 

Le  guardie zoofile e alcuni esponenti delle associazioni animaliste locali hanno liberato un cane, lasciato senza cibo né acqua, per affidarlo in seguito al sindaco della città Maria Bianchino, come previsto dalla legge.

«È un periodo in cui siamo intervenuti più volte – ha spiegato al Mattino, la guardia zoofila Antonio Fortuna, di Benevento – sul montorese e sul solofrano. In questo caso agiamo come esperti di maltrattamenti. Qui, come negli altri casi che ci hanno visto intervenire, non è stato garantito affatto il benessere del cane. Di concerto con i carabinieri forestali ora interveniamo per mettere in sicurezza il cane che è tenuto con catena troppo corta».

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button