Cronaca

Chiusa “casa chiusa” a Monteforte Irpino

MONTEFORTE IRPINO. Una casa chiusa nel cuore di Monteforte. Due donne sono state scoperte e denunciate dai carabinieri. L’intervento degli uomini dell’Arma è scattato a seguito di una meticolosa e laboriosa attività informativa.

I sospetti sull’andirivieni

Da alcuni giorni i militari della Stazione di Monteforte Irpino avevano intuito che un’abitazione di quel centro potesse celare qualche segreto potenzialmente sospetto. Di lì la decisione di porre sotto osservazione l’immobile. Subito è saltato agli occhi il continuo via vai di uomini soli che generalmente caratterizza e contraddistingue le case chiuse.

Poco ci è voluto che i clienti, messi alle strette dai carabinieri, raccontassero tutto.

 

Le matrone della casa chiusa

 

Quando, decisi ad intervenire, i militari operanti sono entrati con uno stratagemma all’interno dello stabile, vi hanno riscontrato la effettiva presenza di una 30enne marocchina ed una 52enne di origini colombiane, entrambe residenti in Spagna, che si prostituivano.

Nel corso del controllo, oltre a materiale pertinente l’attività svolta, i militari rinvenivano e sottoponevano a sequestro 750 euro in contanti, probabile provento dell’illecita attività di prostituzione.

Alla luce delle evidenze emerse, per le due donne è scattata la denuncia in stato di libertà; è stato proposto anche il rimpatrio.

L’abitazione presa in fitto, il cui proprietario è risultato estraneo alla vicenda, è stato sottoposto a sequestro preventivo dagli uomini dell’Arma.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button