Cronaca

Avellino, papà Carmine lotta per far riconoscere il diritto alle cure per la figlia disabile

La lotta di Carmine De Vizia, un papà di Avellino, per far riconoscere il diritto alle cure per la figlia disabile. La giovane avrebbe 27 anni e dalla nascita è affetta da una patologia degenerativa per il quale bisogna svolgere trattamenti fisioterapici. Lo riporta Il Mattino.

Avellino, lotta per far riconoscere il diritto alle cure per la figlia disabile

Padre e figlia in questi anni hanno frequentato il Centro Australia, struttura riabilitativa di competenza dell’Asl locale, per mantenere stabile lo stato di salute di Jessica. Le sedute di fisioterapia settimanali dovevano essere tre, ognuna della durata di 90 minuti ma a marzo 2020, alla ragazza è stata comunicata la riduzione del numero di sedute passate a due. Una misura che dipendeva dalle restrizioni Covid e per questo temporanee. Così non è stato: infatti ad inizio anno, a seguito di una riunione tra dottori e paziente, Jessiva ha visto il riconfermarsi della stessa situazione.

Questa volta, inoltre, non è stata data nessuna motivazione scritta da parte dei dirigenti della struttura. Scritto, invece, è stato l’accordo per il piano terapeutico limitato, che Jessica ha dovuto comunque firmare altrimenti avrebbe dovuto rinunciare. Papà Carmine, perciò, a febbraio ha deciso di rivolgersi all’avvocato per chiedere spiegazioni al direttore dell’Asl. Azione che tuttavia non è servita a nulla. Qualche mese dopo, il piano terapeutico ridotto è stato confermato ancora una volta. L’avvocato ha così scritto nuovamente all’Asl: “Quello che mi fa più rabbia – dice De Vizia – è il non avere risposte da chi ha in mano la salute di mia figlia, non ci viene data nessuna spiegazione. La struttura purtroppo è allo sbando, c’è un responsabile, ma ha le mani legate perché le decisioni arrivano dall’alto. Da padre provo quotidianamente a essere presente per Jessica. Cerco di farla stare in attività, ma non sono un medico. Da quando la terapia è stata interrotta, lei nota la differenza”.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio