Curiosità

Lo sport in Irpinia fra pandemia e nuovo anno

La situazione dello sport irpino è piena di incertezze e speranze, nell’attesa dello sblocco delle misure anti-covid

La pandemia si è abbattuta su tutto e tutti. Non ha fatto eccezione il mondo dello sport che tra stop and go per la categoria professionistica e palestre chiuse per i dilettanti e amatori, ha visto un notevole calo dell’indotto in tutti i settori coinvolti, compreso quello delle scommesse (calo dell’80%).

Nel territorio avellinese, fra dpcm e rinvii, qualcosa è andato a buon fine e altro aspetta lo sviluppo del 2021, ancora ricco di incognite.

Gli aspetti positivi

Nel 2020 è stato finalmente raggiunto l’accordo per le gare casalinghe al PalaDelMauro, la Sandro Abate ha firmato l’accordo con il Comune di Avellino. La società potrà giocare in un luogo adeguato per un club di calcio a 5.

Dopo aver mollato per motivi di salute, è ritornato il mister Marcelo Batistuta, in seguito all’esonero del tecnico Fabian Lopez, che non ha soddisfatto a sufficienza le richieste della società. Le parole di Batistuta all’annuncio della sua assunzione sono state piene di gioia:

Sono estremamente felice di riabbracciare la città di Avellino e soprattutto vivere  finalmente l’atmosfera del Delmauro che lo scorso anno tanto ci è mancata. È per me un grande onore allenare un gruppo dalle così grandi potenzialità. Mi metterò subito al lavoro con impegno e determinazione per ottenere i risultati che questa squadra e questa società meritano”.

Per quanto riguarda il calcio dilettantistico, nel 2021, Cosimo Sibilia, Presidente LND, potrebbe essere eletto Presidente Figc, e vincere contro Gabriela Gravina (attualmente in carica).

Gli aspetti negativi

Il mondo del basket non sta passando un bel periodo con lo Scandone Basket, che prima ha visto il suo Presidente, Gianandrea De Cesare, indagato dalla Guardia di Finanza con un sequestre preventivo, e la discesa in serie B della società.

I problemi debitori dello Scandone hanno inciso sul team, attualmente guidato dall’AD Dario Scalella. Ma è arrivata una pubblicità inaspettata e gratuita per la società, grazie alla presenza dell’ex cestista Max Monti al programma di raiuno L’Eredità. Il giocatore aveva indossato la maglia biancoverde nella stagione 2005/2006, e ora vuole realizzare oratori in tutta Italia.

Lo sport amatoriale

I dpcm con le misure anti-covid non hanno finora dato speranze per una ripresa immediata delle palestre e centri fitness, così gli atleti dilettanti si sono dovuti attrezzare per tenersi in forma da casa.

Federico Simoni, contributor del sito PAZZIPERILFITNESS, ha dichiarato: “La chiusura delle palestre a novembre ha riportato tutte le persone dentro le mura domestiche. Alcuni centri fitness si sono adattati con lezioni organizzate all’aria aperta, finché le temperature hanno retto. Bastavano pochi attrezzi: qualche pesetto, tappeti per lo yoga, palle mediche e fasce trx per i più esperti. Ma con l’avanzare della stagione invernale, è diventato impossibile, così hanno ripiegato su lezioni online da casa”.

Con l’avanzare delle vaccinazioni però, si apriranno nuovi spiragli di ritorno allo sport nelle palestre e società sportive.

Articoli correlati

Back to top button