Professore condannato per molestie su 15enne: ricorre in appello

Tribunale di Avellino

Per il difensore del professore la ragazzina è inattendibile dato che sarebbe apparsa «per nulla turbata dopo l'episodio denunciato»

AVELLINO. Un professore di una nota scuola superiore del capoluogo di Avellino, un istituto tecnico, è stato condannato a 3 anni e 4 mesi di reclusione per violenza sessuale. La condanna dal tribunale di Avellino che ha inchiodato L. P., 45enne. La vittima è una studentessa di una delle sue classi. A dare inizio alle indagini sull’orco la denuncia dai genitori della ragazzina.

All’epoca dei fatti la sua alunna aveva solo 15 anni. La giovanissima sarebbe stata abusata dal suo professore in un laboratorio tecnico cittadino. L’uomo però ha sempre negato, raccontando addirittura di aver semplicemente fatto delle confidenze personali alla minorenne: 10 minuti in cui lui le avrebbe raccontato, semplicemente, «le sue gravi vicende familiari che lo affliggevano in quel periodo».

La ragazzina è parte civile nel processo ed è assistita dall’avvocato Quirino Iorio, spiega il quotidiano Il Mattino. Gli avvocati del docente, Alberico Villani e Luigi Petrillo, avrebbero annunciato l’impugnazione della decisione del tribunale, così da poter sostenere l’innocenza del loro assistito anche in Appello. Il quotidiano riporta la dichiarazione di Petrillo secondo cui la ragazzina sarebbe inattendibile dato «che dal quel laboratorio non sia uscita per nulla turbata dopo l’episodio denunciato».

Saranno gli organi giudicanti a dirimere la questione, resta certo che una ragazzina vittima di violenza tende a credere di avere una qualche colpa e fa di tutto per dissimulare il suo malessere.

TAG