Curiosità

La Nigeria vince il suo mondiale, è la nazionale che ha venduto più magliette

Il Mondiale di Calcio di Russia 2018 è alle porte, mancano davvero pochi giorni alla gara inaugurale che darà il via all’avvenimento sportivo più atteso di quest’anno. I bookmakers stanno mettendo in campo una vasta scelta di scommesse di vario genere, che vanno da quelle classiche relative alla vittoria finale e al titolo di cannoniere, a quelle più particolari e curiose.

Mentre per gli addetti ai lavori e per i professionisti del pronostico di www.betnow365.it i favoriti per la conquista della coppa finale sono i verdeoro del Brasile, seguiti dalla Germania, la Nigeria ha già conquistato un importante traguardo ancor prima che ci sia il calcio d’inizio. Gli africani sono la nazionale che ha ottenuto finora il maggior numero di vendite di maglie, quasi 3 milioni di pezzi commercializzati in soli pochi giorni.

Queste settimane che precedono il mondiale sono state catalizzate dalle presentazioni di maglie e accessori effettuate dalle principali aziende di abbigliamento. Nike, Adidas e Puma su di tutte hanno mostrato al pubblico le loro nuove linee che verranno indossate dai calciatori durante le sfide dei mondiali. I modelli dell’americana Nike sono simili per tutte le nazionali a cui fornisce l’abbigliamento, realizzate con un tessuto traspirante ideato per l’occasione, maglie che sono state personalizzate in base alla nazionale grazie all’aiuto di importanti designer.

Nike si è trovata in casa anche la sorpresa Nigeria, che contro ogni pronostico sta disintegrando ogni record di vendita e potrebbe battere anche quello storico del Manchester United del 2016. Per quello che riguarda l’altro produttore Adidas, l’azienda per le proprie maglie ha ripreso design ed elementi delle vecchie maglie degli anni ottanta e novanta, rivisitandole e proponendo uno stile vintage in chiave moderna che piace sempre.

Tornando alla maglia nigeriana, gran parte del suo successo è dovuto anche alle colorazioni che vedono la presenza di una fantasia che richiama la forma delle ali dell’aquila, simbolo della Federazione di tale paese, con degli inserti neri posizionati sulle maniche. Ottimo risultato anche per la seconda maglia, che va a richiamare quella classica con un colore verde scuro. Ma probabilmente il vero successo della maglia sta dietro a una parola dai mille significati: Naija. Si tratta di uno slang molto utilizzato dai giovani in occasione del 50esimo anniversario dell’indipendenza della Nigeria. Tale termine ricorda lo stile di vita dei nigeriani e ha trovato molta diffusione anche grazie alla musica afro-beat. Naija sono anche gli occhi dei ragazzi delle nuove generazioni, che dalle città straniere in cui vivono guardano la Nigeria con esuberanza e orgoglio e con uno spirito patriottico pieno di resilienza e di voglia di riscatto. Gli stessi ragazzi che giocheranno questa estate in Russia, visto che la nazionale della Nigeria schiera giocatori con età media inferiore ai 25 anni.

La Nigeria sembra quindi che abbia vinto la scommessa della nazionale con le maglie più commercializzate ancor prima di scendere in campo. Una tra le tante curiose che i bookmakers stanno mettendo nel palinsesto nel corso di questi giorni che precedono l’avvio della competizione e che anticipano quelle classiche relative alle singole partite che vedremo aggiornate nelle prossime ore.

Articoli correlati

Back to top button