Nicola Pizzi sta bene e ha voluto ringraziare i suoi “angeli rossi”

Nicola Pizzi

Ad un anno dal terribile incidente, Nicola Pizzi ha voluto conoscere e ringraziare i suoi soccorritori, i Vigili del Fuoco

Quella di Nicola Pizzi è una storia a lieto fine, che vede i Vigili del Fuoco di Avellino sempre in prima linea per soccorrere chi ne ha bisogno.

Estratto vivo dalle lamiere dopo un grave incidente, Nicola Pizzi è tornato per ringraziare i suoi salvatori

Un anno fa, il 18 febbraio del 2018, I Vigili del Fuoco di Avellino intervennero sull’autostrada A16, Napoli-Canosa, nel territorio del comune di Monteforte Irpino, per un incidente stradale che vide coinvolta una sola autovettura.

Nicola aveva 23 anni quando rimase vittima di questo brutto episodio. Venne estratto vivo dalle lamiere ma le sue condizioni furono immediatamente gravi.

Il giovane è rimasto in coma farmacologico per alcuni giorni, e poi è seguita una lunga riabilitazione, che però alla fine ha consentito a Nicola di riprendere la propria vita.

Oggi il giovane si è recato al comando del Vigili del Fuoco di Avellino per conoscere da vicino gli uomini che gli hanno consentito di continuare a vivere.

La dinamica dell’incidente

L’incidente di cui fu vittima il giovane, originario del napoletano, fu tremendo. Prima lo scontro con lo spartitraffico centrale del tratto autostradale e poi il violento impatto contro il muro di cinta. Al loro arrivo sul luogo dell’incidente i Vigili del Fuoco riuscirono ad estrarre a fatica il giovane dalle lamiere.

TAG