Isochimica, rimossi 561 blocchi di amianto: passo in avanti verso la bonifica

Bonifica dell'ex Isochimica

I 561 blocchi di amianto sono stati rimossi e smaltiti, il cantiere dell'Isochimica può finalmente mandare in archivio la prima fase

I 561 blocchi di amianto sono stati rimossi e smaltiti, il cantiere dell’Isochimica può finalmente mandare in archivio la prima fase e pensare allo step successivo per la pulizia superficiale. Sopralluogo in mattinata da parte del sindaco di Avellino, Gianluca Festa dell’assessore alle Politiche ambientali, Giuseppe Negrone, del consigliere comunale, riferimento di Rione Ferrovia, Luigi Preziosi e del funzionario del settore ambiente, Michelangelo Sullo a cui va gran parte del merito per i risultati che si stanno ottenendo in merito alla bonifica del sito.

Isochimica, passo in avanti verso la bonifica

«Finalmente rimuoviamo la presenza totale dell’amianto, potenzialmente pericoloso – ha detto il sindaco Festa – ora l’area è libera. Ultimato questo step guardiamo già alla pulizia superficiale per cui è stato redatto il progetto esecutivo che è al vaglio degli organi competenti, dopodiché cominceremo soprattutto a ragionare su quello che dovrà essere il futuro utilizzo di quest’area. C’è una ferita aperta, non lo possiamo nascondere, soffre la comunità di Borgo Ferrovia in modo particolare, ma soffre tutta la città, c’è bisogno di far ripartire il quartiere a cominciare proprio dall’Isochimica. In Consiglio Comunale discuteremo proprio di questo per fare in modo che la bonifica sia completata, che si possa riacquisire il sito e cominciare a parlare di un destino nuovo».

Nuove idee per la destinazione d’uso dell’area

E in campo ci sono delle idee sulla possibile destinazione d’uso dell’area: «Si è pensato ad una iniziativa rivolta ai giovani universitari in collegamento anche con la stazione, si ragiona anche di un miglioramento della viabilità cittadina utilizzando l’Isochimica, è in campo l’ipotesi di un’area fieristico mercatale. E’ giusto che sia coinvolta la comunità locale insieme al Consiglio Comunale, sono tre valide proposte che saranno condivise e ci porteranno a fare una scelta cruciale».

 

TAG