Cronaca

Drogato provoca incidente: ruba un’auto e tenta la fuga

CESINALI. Fermato ed arrestato 45enne drogato a Cesinali, l’uomo tentava la fuga a bordo di un’auto rubata. Continua l’attività dei carabinieri del Comando Provinciale di Avellino con controlli di tipo preventivo e specifici servizi di appostamento nei pressi degli obiettivi che per ubicazione e tipologia possono essere maggiormente esposti ai reati di tipo predatorio.  Nell’ambito di tali servizi, i Carabinieri della Stazione di Atripalda, unitamente a quelli di Aiello del Sabato, hanno tratto in arresto un 45enne di Avellino: l’uomo, nel pomeriggio di ieri, si rendeva responsabile del furto di un’autovettura parcheggiata su una pubblica via di Cesinali.

L’azione  veniva interrotta da un cittadino che non esitava ad allertare con tempestività il 112 fornendo dettagliati elementi utili all’individuazione dell’uomo che, sceso dall’auto appena rubata, fuggiva a piedi. Ricevuta la segnalazione, i militari in servizio presso la Centrale Operativa disponevano in tempo reale l’invio di una pattuglia che, grazie alla dettagliata descrizione, riusciva a rintracciare e bloccare il fuggitivo.

 All’esito di perquisizione personale, l’uomo veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico con lama acuminata e di una modica quantità di sostanza stupefacente di tipo marijuana. Condotto in Caserma ed identificato, dagli ulteriori accertamenti risultava che lo stesso poco prima, nel limitrofo comune di Atripalda, alla guida della sua autovettura aveva provocato un grave sinistro stradale, coinvolgendo due donne e un bambino che viaggiavano a bordo di un altro veicolo.

Dopo l’impatto si allontanava senza sincerarsi delle condizioni di salute degli occupanti del veicolo urtato. E nella fuga  la sua auto perdeva il paraurti completo di targa, recuperato dal personale della locale Polizia Municipale intervenuto per i rilievi del caso. Dalla targa i carabinieri risalivano così al proprietario del veicolo pirata, corrispondente al 45enne fermato ed accompagnato in caserma.

I militari operanti, avendo seri sospetti sullo stato psicofisico dell’uomo, procedevano per il riscontro: a confermare i loro dubbi, l’esito dell’esame tossicologico al quale il predetto risultava positivo all’assunzione di cocaina. Il 45enne, inchiodato alle proprie responsabilità da tutte le evidenze raccolte, veniva quindi dichiarato in stato di arresto alla Procura della Repubblica di Avellino, poiché ritenuto responsabile dei reati di guida sotto l’effetto di stupefacenti, omissione di soccorso e furto aggravato. Successivamente alle formalità di rito, veniva trattenuto presso le camere di sicurezza, in attesa di comparire nella mattinata odierna dinanzi al Tribunale per essere giudicato con la formula del rito direttissimo.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button