Politica

Congresso provinciale e candidature per le politiche agitano il Pd

AVELLINO. All’alba del 2018, ciò che tiene in tensione il Pd (Partito Democratico) irpino è il congresso provinciale, nonché le candidature per le elezioni politiche. Il 4 gennaio si terrà la prima riunione della commissione congressuale per chiarire modulistica e collegi. L’8 gennaio, invece, a Roma i vertici nazionali incontreranno i segretari regionali per fare il punto della situazione sulle candidature. Il quadro è in piena evoluzione: i candidati sono molti e i posti a disposizione sono pochi.

 

I candidati

 

In pole position c’è il deputato uscente Luigi Famiglietti, come candidato capolista al proporzionale alla camera. Al secondo posto si parla di una possibile candidatura dell’altra uscente, Valentina Paris. Per quanto riguarda i collegi uninominali, in Alta Irpinia, se non ci fosse l’intesa sull’alleato di ”Civica popolare”, Giuseppe De Mita, potrebbe esserci di nuovo Famiglietti,  candidato così in doppia posizione. Resta l’incognita di una possibile discesa in campo della presidente del consiglio regionale, Rosetta D’Amelio.

 

Il collegio di Avellino

 

Nel collegio cittadino, invece c’è molta confusione: da un lato si parla di una candidatura di Angelo D’Agostino, dall’altro c’è chi ipotizza una candidatura di Paris o dell’ex senatore Enzo De Luca. É possibile, però, che quest’ultimo si limiti a sponsorizzare la candidatura di D’Amelio. Per quanto riguarda il Senato, al primo posto in quota proporzionale ( Irpinia- Sannio – Caserta), c’è il sottosegretario alle Infrastrutture, Umberto Del Basso De Caro. Come riportato da Il Mattino, la situazione è tesa e in piena evoluzione.

 

Articolo a cura di Rosa Melillo

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button