Curiosità

Ariano Irpino, il «”calore” del Natale» e il “pacco di Avellino”

ARIANO IRPINO. Natale è (anche) quando le città si vestono a festa. La disposizione delle decorazioni natalizie, oltre che la loro bellezza intrinseca, ha i suoi perchè e offre alcune conseguenze. Lo dimostra quanto accaduto ad Ariano Irpino. Uno scatto è diventato virale e subito l’umorismo degli internauti si è scatenato. Lo scatto è apparso sulla pagina Fb Irpinia Paranoica.

«T’a vuo’ fa’ ‘na famiglia?»

natale orsi polari

 

Eccola la foto dal post in parola. Non è chiaro se le decorazioni siano state posizionate così dai tecnici che le hanno installate oppure sia stato il “guizzo artistico” di qualche buon tempone. È certo che la disposizione degli orsi non lascia molto spazio all’immaginazione, anzi forse sì. Questa foto è già diventata virale. La memoria corre alla scenetta di Troisi – come nota argutamente qualcuno tra i commenti – “Il pazzo“.

Aggiornamento: Queste decorazioni sono state danneggiate da alcuni vandali.

 

Avellino, quel regalo in piazza

 

 

natale

 

Nella piazza centrale di Avellino, la struttura cubica con i bagni pubblici è stata impacchettata: anche in questo caso non è chiaro chi sia stato l’autore. Se qualcuno ha avanzato il dubbio potesse essere il progetto di alcuni ragazzi per un video, pare più probabile si tratti di un goliardico scherzo. L'”opera d’arte” è stata immortalata in uno scatto condiviso nel gruppo Fb “Non sei irpino se…” di Luca Del Gaudio.
La struttura – esosa nei costi e sulla cui spesa sono stati avanzati dei dubbi – è ancora non funzionale, nonostante sia stata già approntata.

 

Gli alberelli ambigui di Civitanova Marche

(ovvero quegli alberelli fallici a Natale)


A Civitanova Marche è andata molto peggio: le luminarie sembrano veri e propri falli esultanti nell’apice di un amplesso. Si spera che almeno portino fortuna.

 

 

Potrebbe interessarti anche:

 

Albero di Natale, perché farlo all’Immacolata?

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button