Anziana truffata ad Avellino, i consigli dei Carabinieri per non cascarci

Anziana truffata ad Avellino

Anziana truffata ad Avellino, consegnati 1000 euro ad uno sconosciuto che si era presentato a casa con un pretesto. I consigli dei Carabinieri

Anziana truffata ad Avellino, consegnati 1000 euro ad uno sconosciuto che si era presentato a casa con un pretesto

Anziana truffata ad Avellino, i consigli dei Carabinieri per non cascarci

Anziana truffata ad Avellino, ennesimo caso ma stesse modalità. Un malvivente, subito dopo una breve telefonata, si presenta a casa della vittima prescelta e, spacciandosi per tecnico informatico con la scusa di recapitarle del materiale acquistato dal nipote, si fa consegnare la somma contante di 1.000 euro.

L’anziana si rende conto del raggiro in cui è incappata sono qualche ora dopo, allorquando contattava il giovane parente.

Sono in corso indagini da parte dei Carabinieri della Compagnia di Avellino, finalizzate all’identificazione del truffatore.

I consigli dei Carabinieri

Con il passare degli anni i mezzi di comunicazione hanno contribuito all’evoluzione dei metodi adottati dai turlupinatori professionisti, da coloro, cioè, che fanno della buona fede di poveri ingenui la propria ricchezza.

Nonostante i ragguardevoli risultati conseguiti, il Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino ricorda ancora una volta i consigli riportati con l’iniziativa “Difenditi dalle truffe”, principalmente rivolta agli anziani, potenziali vittime di truffa.

Prestare attenzione se qualcuno telefona o si presenta a casa, chiedendo del denaro o oggetti preziosi per pagare fantomatiche cauzioni, debiti o acquisti di merce, con la scusa che lo ha mandato un parente: in tal caso rinviare l’appuntamento e contattare il familiare interessato, segnalando immediatamente ogni situazione sospetta al “112” o al più vicino Comando.

 

TAG