Aggredisce l’ex convivente con un martello, respinto il ricorso dell’imputato

Aggredisce l'ex convivente con un martello

Aggredisce l'ex convivente con un martello,la Cassazione si è pronunciata sulla richiesta di ricorso presentata dal legale dell'aggressore

AVELLINO. Aggredisce l’ex convivente con un martello, la Cassazione ha deciso di respingere la domanda di ricorso presentata dal legale dell’uomo che lo scorso 18 settembra ha aggredito la convivente a martellate ad Avellino, a Corso Europa.

Aggredisce l’ex convivente con un martello, il colpevole resta in carcere

La Cassazione ha deciso di respingere la domanda di ricorso presentata dal legale dell’uomo accusato di un’aggressione lo scorso 18 settembre avvenuta ad Avellino.

L’aggressione

Il 57enne avellinese, Gerardo Galluccio, aveva raggiunto la donna, 37enne di nazionalità polacca, in prossimità di una parafarmacia, nascondendo il martello in alcuni giornali, per poi scagliarsi contro di lei.

Interviene Biancolino

Provvidenziale l’intervento dell’ex calciatore dell’Avellino Raffaele Biancolino che, udendo delle urla, si fiondava fuori dal negozio che gestiva insieme alla moglie ed riusciva a togliere l’arma dalle mani dell’uomo, già noto alle forze dell’ordine.

La fuga

L’uomo dunque fuggiva verso Piazza Libertà e, una volta a bordo della sua auto, tentava di raggiungere Marigliano (NA) per poi tornare indietro. Successivamente venniva bloccato nei pressi dello stadio Partenio di Avellino dagli agenti della sezione Volanti, diretti dal vicequestore Elio Iannuzzi che coordinava le indagini, dichiarandolo in arresto. Dopo il tentativo di ricorso fallito, l’uomo rimarrà in carcere.

La vittima

La donna aggredita, ricoverata all’ospedale Moscati di Avellino, fortunatamente non era in pericolo di vita.

La donna aveva più volte informato le autorità di violenze subite in passato, ma le richieste non si erano rilevate fondamentali par attuare misure cautelari.

TAG