Cronaca

Riprende la raccolta della plastica ad Ariano: ecco alcuni consigli

ARIANO IRPINO. Si informa la cittadinanza che, la Società Irpiniambiente ha comunicato  il ripristino della raccolta della plastica, metallo e tetrapak, nei giorni  previsti dai calendari della raccolta porta a porta.

La nota di Irpiniambiente

Riportiamo, in breve,  alcune delle parti salienti della nota inviata in data 7 agosto, dalla Società Irpiambiente:

“L’interruzione della raccolta della frazione multi materiale, comunicata in data 26 luglio, era stata determinata dagli incendi  di alcuni siti di destinazione di detto rifiuto. La Società si è attivata per individuare una soluzione alternativa per consentire lo smaltimento della frazione Multimateriale.

Le continue sollecitazioni all’indirizzo  del consorzio Corepla (Consorzio recupero Plastica), ente di riferimento per la raccolta, riciclo, e  recupero delle materie plastiche, in uno con lo spirito di collaborazione tra i soggetti della filiera hanno portato all’acquisizione di una nuova, seppur temporanea, disponibilità che consente alla società di ripristinare la raccolta della frazione Multimateriale, secondo i calendari in vigore nei comuni serviti.

Al momento la crisi del sistema di filiera, che ha caratterizzato la sospensione della raccolta del multi materiale nei giorni scorsi sembra arginata e si lavora affinchè i flussi delle diverse frazioni di rifiuti possano riprendere i consueti ed ordinari movimenti, scongiurando un ennesimo stop alle raccolte”.

Gestione domestica dei rifiuti: alcune regole

“La società, nel ringraziare ancora una volta i cittadini che hanno inteso accogliere gli inviti a non conferire in strada la frazione multimateriale, i sindaci e i vari profili istituzionali per la comprensione mostrata al problema e nel reiterare le scuse per il disagio arrecato, seppur non addebitale alla società,  intende ribadire le poche semplici regole nella gestione domestica dei rifiuti in plastica e metalli:

  • schiacciare e poi riavvitare le bottiglie di plastica;
  • schiacciare le lattine di alluminio;
  • impilare i contenitori di alluminio e di plastica, così come i bicchieri ed i piatti di plastica;
  • ridurre, temporaneamente, laddove possibile, il consumo di detti materiali, privilegiando al momento, l’uso di contenitori in vetro, piatti e bicchieri in ceramica”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto