Cronaca

Osteoporosi, al Frangipane di Ariano esami innovativi

 

ARIANO IRPINO. Sarà attivo dal giorno 16 novembre, presso l’Unità Operativa Complessa di Diagnostica per immagini del presidio ospedaliero “Sant’Ottone Frangipane” di Ariano Irpino il servizio di Moc (Mineralometria ossea computerizzata) con metodo Dexa (Densimetria a doppio raggio X), esame gold standard nella diagnosi dell’osteoporosi.

L’osteoporosi è una malattia sistemica degenerativa del tessuto osseo, una patologia con una casistica in espansione che porta a una maggiore fragilità ossea e al conseguente aumento del rischio di fratture. Si tratta di una malattia definita spesso “silenziosa” in quanto la perdita di massa ossea è quasi sempre silente e asintomatica, da qui l’importanza della prevenzione attraverso il ricorso ad un esame specifico e altamente accurato come la Moc.

Inoltre, il metodo Dexa  è riconosciuto dall’Oms (Organizzazione mondiale sanità) quale metodica più affidabile per la diagnosi e classificazione dell’osteoporosi, poiché fornisce accuratezza e precisione con piccolissime dosi di Raggi X, risultando indolore e privo di invasività. L’alta specificità dell’esame correlata ad una diagnosi precoce, in molti casi, permette all’utenza di poter intervenire tempestivamente sull’evolversi della malattia con adeguate terapie idonee ad arrestarne l’evoluzione.

La Moc è consigliata soprattutto alle donne al momento della menopausa e in presenza di fattori di rischio per l’osteoporosi (fattori genetici, alimentazione, stile di vita, malattie congenite, malattie croniche e trattamenti farmacologici prolungati).  In linea con le indicazione del Ministero della Salute, l’Asl di Avellino promuove il ricorso alla Moc, quale strumento utile a ridurre il rischio di fratture, che rappresentano una delle principali cause di disabilità nella popolazione anziana ed hanno un impatto notevole anche in termini di costi per la collettività.

Articoli correlati

Back to top button