Cronaca

Ordigno bellico ad Avellino: i dettagli dell’incontro in Prefettura

Ordigno bellico ad Avellino, dopo in Prefettura per decidere le modalità e i tempi dell’evecuazione, è stato deciso che la bomba verrà fatta brillare in una cava di Atripalda tra la fine di marzo e la domenica successiva a Pasqua.

Ordigno bellico ad Avellino: la bomba verrà fatta brillare in una cava di Atripalda

Dopo l’incontro di ieri mattina in Prefettura con le aziende che gestiscono i servizi della zona (luce, acqua, gas), il raggio d’azione per il distacco di tutte le forniture dovrebbe essere inferiore a un kilometro, come inizialmente preventivato.

L’evacuazione

Secondo le stime, le persone che dovranno essere evacuate in quest’area sono tra i 23mila e i 30mila. E finalmente è stato deciso anche il luogo in cui far brillare l’ordigno.

Atripalda

Per innescare la deflagrazione controllata è stata scelta una cava di Atripalda, dove successivamente verranno completate le attività di disinnesco.

La prossima tappa

Risolto il problema principale, adesso bisogna pensare ai cittadini e ai disagi al quali andranno incontro durante le operazioni. Temi del prossimo incontro, infatti, saranno l’accoglienza della popolazione e la viabilità.

Il ritrovamento

La bomba era stata rinvenuta nei pressi del ponte della Ferriera agli inizi del mese di settembre, ed era venuta alla luce nel corso dei lavori di riqualificazione del torrente San Francesco.

 

Emanuela Dente

Personalità eccentrica e geniale, e giornalista attenta e scrupolosa. La sua innata curiosità le consente di vivere ogni esperienza in pieno, acquisendo conoscenze e capacità molto rapidamente. La sua vita è una grande avventura. La sua passione è un dono immenso

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto