Cultura ed eventi

“Note per l’anima”, l’evento-sinergia tra Diocesi e Conservatorio

AVELLINO. Ideato dal vescovo Arturo Aiello, “Note per l’anima” è il progetto innovativo presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro. Sono in programma due eventi, entrambi alle 19. Il primo appuntamento è per domani 9 novembre presso l’auditorium del «Cimarosa». Il successivo appuntamento è previsto per il 14 dicembre. Entrambi saranno ad ingresso libero.

Il percorso emozionale sarà guidato dalle parole del vescovo Aiello sulle note dell’orchestra giovanile del conservatorio Cimarosa, il cuore e la tecnica di 26 giovani guidati dal maestro Roberto Maggio. Il vescovo parla a riguardo di «sonata a quattro mani», proprio ad esprimere la forte sinergia tra le sue parole e le note eseguite dai giovani musicisti.

«Di musica dal vivo e meditazione alternati, impastati, armonizzati, per adulti alla ricerca di un’oasi dove cultura e fede comunicano e si danno la mano. Nella corsa folle dove siamo lanciati ogni giorno dove conta solo ciò che è utile, – spiega il vescovo – immediatamente fruibile e da consumare in fretta, “Note per l’anima” si pone in controcorrente come sosta salutare tesa a far ritrovare se stessi nell’utilità dell’inutile: l’arte».

Dichiara il presidente Luca Cipriano: «Siamo convinti che la musica sia uno degli strumenti migliori per ricaricare l’anima, la mente, lo spirito. Il Conservatorio è anche un richiamo al valore della bellezza, un monito ad essere migliori facendo leva sull’energia dell’arte».

La “Note per l’anima” navigherà tra gli spartiti dei maestri Mendelssohn, Farkas, Mascagni, Haendel, Morricone e Piazzolla.

 

 

Potrebbe interessarti anche:
Partecipa al bando per la “Young Sinfonietta” del Cimarosa!

Articoli correlati

Back to top button