Cronaca

Montemiletto, appello a Gaetano Gubitosa in vista dell’approvazione del Bilancio

MONTEMILETTO. Appello a Gaetano Gubitosa in vista dell’approvazione del Bilancio. Di seguito la lettera dei consiglieri comunali di Montemiletto Simone D’Anna e Massimiliano Minichiello.

Le lettera

«Egregio collega Gubitosa,

ci rivolgiamo direttamente a Lei in quanto, oltre ad aver ricoperto il ruolo di Delegato al Bilancio nel Comune di Montemiletto, per noi rappresenta l’unico interlocutore valido in virtù della sua riconosciuta esperienza proprio in questa delicata e complicata materia.

L’approvazione del Bilancio (a seguito della diffida del Prefetto) è prevista per oggi, ma è molto probabile che la seduta slitterà a domenica forse anche a causa del PARERE – SFAVOREVOLE espresso dal Revisore dei Conti cosa che, a quanto pare, ha giustamente creato panico anche tra le file della maggioranza.

Preoccupazioni, a nostro avviso, più che fondate e non solo a causa del Parere quanto per le diverse Relazioni del Segretario Comunale e del Responsabile del Servizio Finanziario, nelle quali viene descritta una situazione economica e finanziaria a dir poco drammatica, a livelli tali che le loro considerazioni e suggerimenti possono tradursi in un solo modo, il dissesto finanziario.

Come Lei  ben sa, il nostro comune, tra le altre cose ha accumulato anche un debito di oltre un Milione di euro nei confronti di Irpiniambiente, debito che al momento il nostro Comune non è neanche in grado di poter onorare con i conseguenti rischi che ne potrebbero derivare per i servizi ai cittadini.

Lei che conosce molto bene i numeri sa anche che sul destino del nostro Comune pendono altri pesanti macigni, peraltro di difficile quantificazione, ma al momento già ravvisabili in alcuni Milioni per fatture giacenti, un Milione per la MO.SE., oltre a diversi Milioni per contenziosi già definiti o in atto, ma la situazione è in continua evoluzione al punto che è lo stesso Segretario ad attestare che il debito può peggiorare giorno dopo giorno tanto che, se tutto procede normalmente e senza ulteriori intoppi, incassando gli stesse somme dello scorso anno, oltre a non pagare i debiti, è possibile garantire solo le funzioni fondamentali del Comune e il pagamento degli stipendi ai dipendenti al massimo fino ad ottobre/novembre 2018.

In conclusione, ci rivolgiamo a Lei sicuri che dall’alto della sua esperienza possa esserci di aiuto per poter meglio comprendere se l’approvazione di questo Bilancio possa esporre noi e quindi l’intero  Consiglio comunale a pesanti responsabilità politiche o eventualmente anche personali con la Corte dei Conti, e quindi, rimanendo in attesa di suo autorevole intervento chiarificatore capace di convincere e tranquillizzare sia noi che tutti gli altri colleghi presenti ai fini dell’approvazione di questo pesante documento contabile, la preghiamo di voler accogliere questa nostra umile richiesta, dal cui esito pende il destino del nostro paese».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button