Cronaca

Maltempo: la conta dei danni in Irpinia

È ancora presto per poter chiudere la conta dei danni causati dal maltempo ma una prima stima è necessaria. Come da bollettino della Protezione Civile, il maltempo non accennerà a diminuire in questa settimana.
Le popolazioni irpine stanno pagando il pegno della follia di tanti incendiari che hanno bruciato le foreste sulle montagne la scorsa estate: monte Salto e monte Faliesi si sono sciolti riversando a valle fango impastato a detriti. C’era da aspettarselo senza più gli alberi che, con le proprie radici, compatterebbero il terreno.

Parrelle di Montoro invasa da fango, Avellino allagata

A Montoro rischia di essere travolto dall’acqua un caseggiato a due passi dal cimitero, incuneato tra la statale e le vasche di raccolta delle acque piovane che sono già stracolme. Molto probabile lo sgombero dell’area.

Se 160 ettari dei castagneti di pregio sono stati consumati dal fuoco, a Montoro si salva ciò che ne resta sul vallone di Mezzo. Ma pare che, stando a Il Mattino, Montoro e particolarmente Parrelle sia una zona rossa che rischia davvero tanto.

Maltempo implacabile

 

Danni anche a Forino, dove il commissario prefettizio ha chiuso le strade di Preturo alta.

A Mercogliano, invece, un grosso alberso si è schiantato sulle auto in sosta e sull’immobile adiacente, un capannone. L’albero, in via Nazionale, è stato rimosso dai vigili del fuoco che hanno dovuto lavorare con grande attenzione per evitare aggravi alla situazione già compromessa.

Anche i trasporti ferroviari hanno subito variazioni, come riportava L’Occhio di Salerno.

Diversi incidenti in autostrada: un uomo è restato incastrato nel suo tir ai caselli di Benevento e un’automobile nella galleria di Montemiletto si è ribaltata.

Viabilità in tilt ma soprattutto fatica e paura: una notte trascorsa a spalare il fango che ha invaso i piani terranei, nel timore che la situazione potesse peggiorare.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button