Cronaca

Lotta allo smog, sindaci riuniti per fare fronte comune contro l’inquinamento

AVELLINO. Lotta allo smog, riunione straordinaria in Prefettura questa mattina a partire dalle 11.30. Il commissario Priolo e il Prefetto Tirone hanno convocato i sindaci dell’Area Vasta per cercare di fare fronte comune con le amministrazioni dei comuni coinvolti nel problema dell’inquinamento da polveri sottili che affligge la provincia di Avellino.

Lotta allo smog, sindaci convocati in Prefettura

Dopo il fallimento dei tavoli tecnici dei mesi scorsi, durante i quali i sindaci dei comuni della provincia hanno rifiutato di estendere alle proprie aree di competenza l’ordinanza antismog emessa per l’area del Capoluogo, adesso è il momento delle decisioni definitive.

Il Prefetto pretende una seria presa di coscienza da parte delle amministrazioni, e si aspetta massima collaborazione da tutti.

L’ordinanza antismog

Il nodo cruciale non sono tanto le intenzioni, quanto il rifiuto di estendere anche agli altri comuni limitrofi quella che, secondo i sindaci, è un provvedimento che può valere solo per il Capoluogo e che considera solo la particolare situazione di Avellino, diversa da quella dei comuni dell’hinterand.

Il sindaco di Mercogliano, Massimiliano Carullo, grande assente alle precedenti riunioni, ha spiegato le ragioni delle ripetute defezioni

Nessuno di noi si tirerà indietro rispetto all’elaborazione di un piano che servirà, in particolare, per aiutare il capoluogo. É evidente che, prima di tutto, bisognerebbe comprendere quale incidenza avrebbe un provvedimento del genere. Tantomeno possiamo immaginare di chiudere al traffico strade fondamentali, quali, ad esempio, la Nazionale di Torrette di Mercogliano. Altrimenti impediremmo alle automobili di entrare o uscire dal casello Avellino Ovest. E lo stesso aggiunge potrebbe valere ad Atripalda, per la porta Est.

 

Il rapporto di Legambiente

In Campania, nel 2018, in ben 3 capoluoghi di provincia su 5, sono stati superati i limiti giornalieri previsti per le polveri sottili (35 superamenti) o per l’ozono (25).

Ad Avellino e Napoli, il limite è stato superato per entrambi i parametri, col Capoluogo irpino oltre il limite per il maggior numero di giornate, 89 (46 per il Pm10, e 43 per l’ozono).

Articoli correlati

Back to top button