Curiosità

Festa della donna: perché si celebra l’8 marzo?

AVELLINO. Oggi si festeggia “La Giornata internazionale della donna“, meglio conosciuta in molti Paesi come “Festa della donna”. Ma da dove nasce questa tradizione?

Le origini

Le origini della festa sono spesso ricondotte al presunto incendio che sarebbe divampato a New York nel 1908 nei locali dell’industria tessile “Cotton”, dove 129 operaie protestavano sui propri turni lavorativi quotidiani massacranti.

Secondo la leggenda l’8 marzo il proprietario della fabbrica, un certo Mr Johnson, bloccò tutte le porte per impedire loro di uscire. Divampò un incendio che provocò la morte di tutte le donne rimaste intrappolate all’interno.

Fonti storiche più accreditate parlano di un altro incendio, divampato il 25 marzo 1911 alla Triangle Shirtwaist Company, una fabbrica di camicie ubicata a Washington Place in cui lavoravano circa 500 donne, tra i 15 e i 25 anni di età, in condizioni di totale sfruttamento, 60 ore a settimana.

Alcune donne, nel tentativo disperato di salvarsi la vita, fuggirono sulla scala anticendio che crollò sotto il loro peso, così come l’ascensore che si schiantò. Alcune rimasero arse dalle fiamme al decimo piano, dove si erano rifugiate con la speranza di stare al sicuro, mentre 146 si lanciarono nel vuoto.

La Festa della donna

La cosiddetta Festa della donna non è sempre stata festeggiata l’8 marzo. La prima volta venne celebrata il 28 febbraio 1909. In quell’occasione si svolse una manifestazione a favore del diritto di voto delle donne, che fu poi introdotto negli Stati Uniti nel 1920.

In Italia, la prima manifestazione si ebbe nel 1922 e solo nel 1945 l’8 marzo venne adottato come data ufficiale.

Perché la mimosa?

La mimosa fu scelta nel 1946 dall’UDI, Unione Donne in Italia.

Le donne preferivano l’orchidea, un fiore molto costoso. L’attivista Teresa Mattei, che l’anno dopo avrebbe fatto parte dell’Assemblea Costituente, inventò allora una leggenda cinese, secondo la quale la mimosa rappresentava il calore familiare e il simbolo della gentilezza femminile. Da allora la mimosa è diventata il simbolo dell’8 marzo.

Lo sciopero

Oggi, in Italia e in più di 70 paesi del mondo, si svolgerà un grande sciopero delle donne per protestare contro le forme di disuguaglianza e la violenza di genere. È organizzato da diversi movimenti femministi e, in Italia, da Non Una Di Meno.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button