Cronaca

Diplomi falsi, gli imputati fanno scena muta durante l’interrogatorio

Soltanto uno dei sei imputati coinvolti nello scandalo dei diplomi falsi ha risposto alle domande durante l’interrogatorio di garanzia.

Diplomi falsi, i sei imputati sono comparsi davanti al giudice per i primi interrogatori di garanzia

Dei 4 indagati per l’inchiesta sulle certificazioni false, create per acquisire punteggio in graduatoria, tre si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

Gli altri due hanno rinunciato completamente alla possibilità di essere ascoltati.

L’unico a parlare è stato Ernesto Capone, il funzionario del provveditorato agli studi di Avellino.

Secondo quanto rpecisato dal suo avvocato, Capone non era a conoscenza del presunto giro di attestati falsi principalmente perché presso il provveditorato svolge un’altra mansione.

Unico collegamento di Capone con gli imputati è quello con il principale reponsabile, Antonio Perillo, sul quale il legale ha riversato tutte le responsabilità, anche in riferimento alle accuse verso il suo assistito

Per quanto riguarda l’unico episodio contestato al mio assistito, preciso che la signora in questione si è rivolta direttamente al Perillo per ottenere i tre titoli e non a Capone. Alla luce dei chiarimenti forniti siamo fiduciosi in una revoca della misura.

I tre istituti scolastici che avevano rilasciato i titoli falsi sono il Campus Academy di Avellino, il Centro Studi Fra Luigi Monaco di Vitulazio e Mediaform di Acerra.

 

Articoli correlati

Back to top button