Cronaca

«Ciao Tony». Avellino piange un simbolo

AVELLINO. Gli avellinesi piangono la scomparsa di Tony – Antonio Capone -, lo storico gestore dell’omonimo bar di Corso Vittorio Emanuele. Un punto di riferimento per intere generazioni di studenti che dal 1958 lo hanno conosciuto nella prima sede del suo locale in via Circumvallazione, dal 1993 trasferita in Corso Vittorio Emanuele. È lì che Tony è diventato uno dei simboli del commercio Avellinese, pronto ad accogliere i suoi clienti sempre con un sorriso.

Tutti lo ricordano dietro il bancone del suo bar intento a servire i clienti diventati con gli anni suoi amici. Antonio Capone si è spento all’Ospedale Moscati dove era ricoverato da alcuni giorni. L’uomo lottava da tempo contro una brutta malattia. Lo storico Bar Tony, oggi ribattezzato “Ynot” è gestito da Yuri e Roberta, figli di Antonio, è a loro e alla moglie che la redazione de L’Occhio di Avellino si stringe in questo grande momento di dolore.

Articoli correlati

Back to top button