Cronaca

Cassazione, il nuovo primo presidente è l’irpino Mammone

Il nuovo primo presidente della Cassazione è l’irpino Giovanni Mammone. Attualmente segretario generale della Suprema Corte, è stato nominato all’unanimità dal plenum del Csm (Consiglio superiore della magistratura) in una seduta straordinaria presieduta dal capo dello Stato. 67 anni, originario di Avellino, Mammone è stato in passato consigliere del Csm eletto nel gruppo di Magistratura Indipendente.

 

La sua carriera

 

Il nuovo primo presidente, ha giocato la sua carriera tra il Csm e la Cassazione. I primi passi in magistratura Mammone li ha mossi  a Monsummano Terme come pretore. Nel 1982 la nomina a giudice del Tribunale di Pistoia e sette anni dopo l’arrivo a Roma come pretore del lavoro. È arrivato la prima volta nel 1991 al Csm,  come magistrato addetto all’Ufficio Studi. Nel 2002, il salto con l’elezione a consigliere togato a Palazzo dei marescialli con il gruppo di Magistratura Indipendente. Nel 1998 l’approdo in Cassazione e da allora , salvo nei quattro anni da componente del Csm, non ha più lasciato la Suprema Corte. Entrato come magistrato di appello applicato al Massimario, Mammone a Piazza Cavour ha scalato in poco tempo tutti i gradini della carriera. Consigliere dal 2007 , è diventato nel 2016 presidente di sezione, assegnato alla sezione Lavoro, con delega al coordinamento del settore Previdenza e Assistenza. Sempre del 2016, la nomina a segretario generale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button