Politica

Caso Aias, la Fp Cgil Avellino scrive a De Luca

AVELLINO. In merito alla vicenda Aias il Segretario Generale  Fp Cgil Avellino, Marco D’Acunto, e il Segretario Generale Cdlt Avellino, Franco Fiordellisi, scrivono al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in qualità di Commissario straordinario alla Sanità.

 La lettera

«Questa Organizzazione Sindacale è certa che ella condividerà il fatto che in un momento così drammatico di crisi economica e sociale per la nostra Regione, la difesa dei posti di lavoro e delle prerogative legate ai diritti dei lavoratori diventano un caposaldo e un imperativo categorico per tutti gli organi istituzionali e gli enti della Regione.

Nello specifico la FP CGIL di Avellino sollecita un suo autorevole intervento per contribuire a risolvere l’angosciosa situazione in cui versano i dipendenti dell’Aias di Avellino a causa del mancato pagamento di numerose retribuzioni da parte del loro datore di lavoro.

È una situazione di gravissimo disagio che coinvolge anche le loro famiglie tale da richiedere un immediato intervento anche da parte dell’esecutivo.

Affinché tali incresciose situazioni si ripetano la FP CGIL chiede, altresì, che l’approvazione degli schemi tipo di convenzione per l’acquisizione da parte delle Aziende Sanitarie Locali di prestazioni sanitarie e socio-sanitarie confermino il diritto inderogabile dei lavoratori ad essere retribuiti.

Quanto premesso per richiedere alla sua cortese attenzione la necessità di sollecitare una delibera di indirizzo del Consiglio Regionale ed una esecutiva della Giunta con la quale vengano inseriti negli schemi di contratto alcune clausole risolutorie finalizzate a tutelare i lavoratori che prestano l’attività presso le strutture private accreditate che, in particolare, oltre alla violazione degli obblighi assicurativi, previdenziali e in materia di sicurezza sul lavoro, considerino quale grave inadempienza contrattuale anche la mancata corresponsione delle retribuzioni ai lavoratori in quanto:

  • Incide sul rapporto fiduciario che deve necessariamente sussistere tra i contraenti;
  • Determina, in caso di ricorso alla procedura ai sensi dell’art. 1676 o 2900 del codice civile, un aggravio dell’attività amministrativa a carico delle Aziende Sanitarie Locali;
  • Può influire, direttamente o anche in via solo incidentale, sulla qualità delle prestazioni erogate a favore dei pazienti.

In attesa di un suo cordiale riscontro, si porgono distinti saluti».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button