Cronaca

Aumenti in bolletta, Alto Calore prepara la stangata biennale

Alto Calore sta per applicare i tanto odiati aumenti in bolletta, necessari ogni due anni. La tariffa attualmente in vigore, relativa al quadriennio 2016-2019, già essa stessa risultato di un aumento, potrebbe essere ulteriormente ritoccata al rialzo.

Aumenti in bolletta, in arrivo l’adeguamento biennale delle tariffe

Il tanto temuto aggiornamento biennale è stato concordato ieri mattina durante la riunione tecnica svolta presso l’Ente Idrico Campano di Napoli.

Lo scopo di questi aumenti sarebbe quello di effettuare una verifica contabile approfondita, in particolare in riferimento alle proiezioni sui costi e gli investimenti, le opere di ammodernamento e le letture dei contatori.

Sono questi i temi al centro del prossimo incontro tra Alto Calore e le istituzioni locali, che dopo l’ultimo tavolo tecnico hanno rimandato ogni decisione alla fine del mese, lasciando all’Azienda il compito di mettere nero su bianco un concreto piano di risanamento,

Il lato positivo

C’è però una buona notizia rispetto al nuovo aumento. Questa verifica, consentirà alle famiglie poco abbienti di approdare, finalmente, al bonus che consente di non pagare 50 litri d’acqua a persona al giorno, se il proprio Isee non supera gli 8.107,5 euro o 20mila euro nel caso di almeno 4 figli a carico.

Una possibilità finora negata proprio perché l’Alto Calore non disponeva di tutti parametri e le certificazioni in ordine.

Lunedì mattina partirà il piano straordinario di letture di tutti i dispositivi di misurazione,  che intende raccogliere i dati reali dei consumi di ogni singola utenza nei vari distretti idrici entro 6 mesi.

 

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto