Cronaca

Wi-fi gratuito ad Avellino, tra chimere e false promesse

Il progetto per l’introduzione del Wi-fi gratuito ad Avellino risalirebbe, addirittura, al 2010, quando il primo cittadino era Giuseppe Galasso. Ma di fatto non è mai entrato in vigore.

Wi-fi gratuito ad Avellino, i cittadini restano fuori dalla rete

Durante il periodo delle festività natalizie il centro del Capoluogo irpino era stato tappezzato di manifesti che spiegavano ai cittadini come funzionava il Wi-fi gratuito ad Avellino.
Il servizio avrebbe dovuto funzionare fino al termine delle festività, il 6 gennaio.
Ma, a quanto testimoniato dagli stessi cittadini, collegarsi ad internet con il servizio gratuito nelle zone interessate, ovvero, Corso Vittorio Emanuele e Piazza della Libertà, è rimasto un sogno irrealizzabile.

Le iniziative private

É stato necessario che alcuni Enti e una parte degli esercizi commerciali mettessero a disposizione i propri hotspot gratuitamente perchè il servizio vedesse la luce.

Parliamo di Villa Amendola, degli uffici postali, del Carcere borbonico, il Tribunale, il Circolo della stampa e il Museo Irpino.
Lungo il Corso, i bar e gli esercizi commerciali che hanno scelto di offrire questo servizio ai cittadini sono: il Godot Art Bistrot di via Mazas, Gelosia in via De Sanctis, il bar Nolurè in via Matteotti,  la caffetteria Vittorio Emanuele.
E ancora il D-wine, la gelateria We Love Puro e la libreria Giunti al Punto.

La provincia batte il Capoluogo

In barba al Capoluogo, la provincia di Avellino ha dimostrato di essere Wi-fi friendly molto più della città.
Dallo scorso aprile, infatti, Altavilla Irpina è dotata di un’area dedicata che va da Piazza IV Novembre a Piazza Matteotti.
Wi-fi.gratuito anche a Chiusano San Domenico e San Martino Valle Caudina, che rientrano tra i primi 2800 comuni europei vincitori di un voucher “Wi-Fi4Eu“.

I due comuni irpini sono state selezionati, tra i 13mila partecipanti, dall’Agenzia per l’innovazione e le reti (Inea), ottenendo un contributo di 15mila euro per il wi-fi negli luoghi pubblici.

E Avellino…

Articoli correlati

Back to top button