Cronaca

Universiadi 2019, Avellino è ancora un cantiere aperto

AVELLINO – Universiadi 2019, Avellino è ancora un cantiere aperto. I ritardi nei lavori hanno costretto il Comune a fare dei tagli rispetto al progetto di restyling iniziale, entro il 31 maggio la chiusura dei cantieri. Ad Ariano, invece, si procede a tamburo battente.

Universiadi 2019, Avellino è ancora un cantiere aperto. Il Paladelmauro e il Partenio sono ancora lontani dall’essere completati

Universiadi 2019, i lavori per il Paladelmauro sono partiti in notevole ritardo, e proprio per questo alcune parti dei progetto iniziale non potranno essere portate a termine, come ad esempio il cubo segna punti in stile americano.

Per ora sono stati completati lo spogliatoio della squadra ospite e quello delle giovanili, sono state installate le porte tagliafuoco ed è stato rinnovato il sistema di illuminazione ed elettrico sia esterno che interno.

Per il restyling del Palademauro sono stati messi a disposizione 850mila euro di finanziamenti, con lavori che dovranno essere terminati, improrogabilmente,entro il 31 maggio, pena la perdita ei fondi.

Oggi pomeriggio alle 17 ci sarà un sopralluogo da parte dei tecnici del comune e dell’Aru, l’Agenzia regionale per le Universiadi.

La situazione al Partenio

Il progetto di rastyling del Partenio, invece, prevede la realizzazione di una sala Hospitality nell’area sottostante alla tribuna Montevergine.

Verranno ristrutturati anche i bagni e ne verrà realizzato uno per disabili.

Nuovo volto anche per la sala stampa. Verrà rinnovato il il pavimento e migliorata l’illuminazione, le pareti verranno abbattute e ne saranno tirate su delle nuove, in cartongesso, per una migliore siddivisione degli spazi.

 

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto