Cronaca

Il boss De Paola attirato nella trappola e ucciso con cinque colpi di pistola

È stato ucciso con cinque colpi di pistola il 58enne Orazio De Paola, tra i principali collaboratori di Domenico Pagnozzi a capo del clan camorristico che opera tra l’Irpinia e Roma. È accaduto nella mattinata di ieri, martedì 8 settembre, a San Martino Valle Caudina, in via Castagneto. Immediati i soccorsi ma l’uomo è morto sul colpo.

Ucciso Orazio De Paola a San Martino Valle Caudina

Come riportato da Il Mattino, sul posto sono intervenuti i carabinieri del Comando Provinciale di Avellino per i rilievi e l’avvio delle indagini. Stando ad una prima ricostruzione, la vittima sarebbe stata attirata nella trappola con una telefonata da Gianluca Di Matola, fermato in serata in autostrada mentre tentava di rifugiarsi a Roma. Di Paola arriva a casa di Di Matola e sull’uscio il giovane avrebbe esploso cinque colpiti di pistola, pare dopo una discussione con il boss.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button