Cronaca

Truffe alle assicurazioni, mamma e figlio ci provano

MARZANO DI NOLA. Trentenne lui, sessantenne lei: mamma e figlio hanno tentato di truffare il “Fondo per le vittime della strada”. Le accuse sono pensanti: sono ritenuti responsabili di falsità ideologica, induzione di pubblico ufficiale a commettere falsità in atto pubblico e simulazione di reato.
L’attenta investigazione è merito dei carabinieri della Compagnia di Baiano ed in particolare della Stazione di Marzano di Nola.

È scattata la denuncia per la donna. Nello specifico la 60enne, lo scorso mese di agosto, ha provato a truffare il Fondo, dichiarando ai medici del pronto soccorso dell’ospedale di essere stata investita da un pirata della strada, fuggito senza prestar soccorso.
Il figlio 30enne  sarà sentito come testimone.

Poco è bastato perchè i militari mangiassero la foglia e, con approfonditi accertamenti al contrasto del fenomeno delle truffe ai danni di società assicurative, appurassero inequivocabilmente la simulazione dell’incidente.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button