Truffa “Déjà vu” ad Avellino: denunciati due uomini di Secondigliano

Truffa "Déjà vu" ad Avellino: denunciati due uomini di Secondigliano. Riponevano i soldi in tasca e con uno stratagemma convincevano gli esercenti di aver già pagato.

Truffa ad Avellino: denunciati due uomini di Secondigliano. Riponevano i soldi in tasca e con uno stratagemma convincevano gli esercenti di aver già pagato

Truffa “Déjà vu” ad Avellino: denunciati due uomini di Secondigliano. Riponevano i soldi in tasca e con uno stratagemma convincevano gli esercenti di aver già pagato.

Denunciati per truffa ad Avellino

La Polizia della Questura di Avellino ha denunciato due uomini di Napoli, provenienti da Secondigliano, per aver messo a segno la famigerata truffa del “Déjà vu”.

Si tratta di un 38enne e di un 45enne i quali sono accusati di truffa, estorsione e possesso di botti illegali. Una volta scoperti, i due avevano dato inizio a un vero e proprio inseguimento nella zona Ovest della città. Ma alla fine sono stati fermati.

Le truffe sono state messe a segno tra via Guarini e via Tagliamento. Il modus operandi è il seguente: al momento dell’acquisto posano 100 euro sul bancone, poi si allontanano con la scusa di recuperare qualcosa in auto riponevano la banconota in tasca per poi tornare ed esclamare “ti ho già dato prima i cento euro”.

Da qui il nome di truffa “Déjà vu” (già visto). Nel tranello qualcuno ci è caduto altri no, in particolare il salumiere che ha allertato la polizia.

TAG