Cronaca

Trasporti: bus presi d’assalto dagli studenti dalle prime corse del mattino, il monitoraggio di Air

Il monitoraggio dell'Air Mobilità mette in luce diverse criticità sia nelle corse urbane sia per quelle provenienti dalla provincia e dal nolano

Bus presi d’assalto dalle prime corse del mattino ad Avellino e provincia. Il dato allarmante arriva dal monitoraggio effettuato dall’Air Mobilità sul piano dei trasporti in esercizio che evidenzia come le prime corse mattutine da e per Avellino sono le più affollate, così come le navette urbane, piene al 40% per poi scendere. 

Trasporto su ruota: bus affollati ad Avellino e provincia

Dall’area perimetrale della città, quella che interessa oltre ai quartieri periferici anche Atripalda e Mercogliano, poi, negli orari di punta si viaggia con capienze tra il 60 e il 70%, dunque ben al di sotto del limite dell’80%. E, in ogni caso, nonostante la differenziazione degli orari scolastici tra biennio e triennio, il flusso degli utenti appare discordante con una maggiore affluenza che non rispecchia il numero degli studenti previsti.

Il piano Scuola di Air Mobilità

È questo in sintesi il primo, parziale, bilancio che arriva dall’Autotrasporti Irpini sul Piano Scuola e che solo nei prossimi giorni potrà essere più preciso e dettagliato. Subito appare una discrasia tra gli alunni previsti sulle corse utili per entrare a scuola alle 8.15 e quelli che, invece, hanno un ingresso alle 9.15. Con quelli appartenenti al secondo gruppo che dovrebbero essere molto più numerosi e, invece, si verifica l’esatto contrario. Il motivo? Di certo ce ne sono diversi: dall’abitudine a prendere la corsa precedente per evitare sorprese alla necessità di arrivare prima per fare delle commissioni, senza tralasciare le segnalazioni che arrivano dagli alunni di diversi paesi della provincia.

I bus dalla provincia

E che si possono sintetizzare così: prendere la prima corsa diventa una scelta forzata visto che la successiva è statisticamente sempre piena e l’altra ancora parte in un orario non utile ad arrivare puntuali a scuola. È il caso di Sorbo Serpico, Salza Irpina, alcuni paesi dell’area Serinese ma anche di altre zone della provincia. E quando andrà in vigore l’orario scolastico definitivo che per istituti professionali, tecnici e industriali prevede l’ultima campanella anche tra le 14.30 e le 15.00, gli stessi ragazzi dovranno aspettare anche un paio d’ore prima di poter prendere un pullman per tornare a casa.

Evidente, quindi, che dei correttivi in corsa, per i quali l’Air si è sempre resa disponibile, andranno messi a punto al più presto. Uno di questi è stato già adottato ed è quello relativo al bus di ritorno per Fontanarosa, via Passo Serra, delle 13.30. Dopo le lamentele degli studenti e le immagini veicolate anche via social del mezzo strapieno che mercoledì ha dovuto attendere un autobus di supporto, l’azienda, infatti, da ieri ha istituito una corsa bis.

Criticità anche per la tratta Avellino-Nola

Criticità, però, permangono ad esempio per quello che è il bus sulla tratta Avellino-Nola che parte intorno alle 14. La testimonianza dei disagi arriva da uno studente che frequenta il liceo Colletta e abita a Monteforte. Autobus pieno dice Antonio – che viene caricato fino all’orlo, causando assembramenti. Tutti i posti a sedere occupati. Questa volta il ritardo di 8 minuti alla prima fermata in città, a causa del traffico si è moltiplicato, con la tabella di marcia completamente saltata.

Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Back to top button