A 17 anni offeso e denigrato perché transgender: “Perseguitato ingiustamente da due anni”

transgender-altavilla-irpina-offese-omofobe-denuncia

Il caso del transgender di Altavilla Irpina offeso da una donna di 45 anni: diverse denunce nei confronti della donna, l'ultima due giorni fa

Un 17enne transgender di Altavilla Irpina trova conforto dai messaggi solidali di una intera comunità dopo diversi attacchi omofobi. La vicenda raccontata da Katiuscia Guarino sulle colonne de Il Mattino è quella di un ragazzo “spaventato per i tanti attacchi ricevuti”. È lo stesso protagonista infatti a raccontare quanto accaduto: “Sono stato perseguitato ingiustamente per due anni perché transgender”.

Transgender di Altavilla Irpina offeso, il caso

“Ora, invece, sono rincuorato per la comprensione e l’affetto che in queste ore mi stanno dando tante persone del mio paese” ha raccontato il 17enne che l’altro ieri ha presentato la quinta denuncia contro una donna di 45 anni che lo avrebbe attaccato più volte. La 45enne, a sua volta, avrebbe querelato il ragazzo e la sua famiglia. Una vicenda che, inevitabilmente, ha colpito la comunità di Altavilla Irpina ma non solo. Come spiegato dall’avvocato Iorio che segue la vicenda, da anni il minore sarebbe vittima di angherie ed offese in particolare da una 45enne del posto. Quest’ultima avrebbe più volte offeso e denigrato il giovane in pubblico.

Le parole del sindaco

Il primo cittadino Mario Vanni ha sottolineato: “L’amministrazione comunale prende le distanze dal chiaro tentativo di utilizzare un episodio di aggressione avvenuto in luogo pubblico e oggetto di denuncia tra le parti, per collegarlo alle vicende mediatiche riconducibili alle manifestazioni di omofobia che hanno caratterizzato i recenti fatti di cronaca nazionale e che ovviamente tutti gli altavillesi condannano. L’ente ha già avviato le azioni a tutela della propria immagine di fronte a questo chiaro tentativo discriminatorio e denigratorio della comunità altavillese che non merita di essere tirata in ballo in vicende giudiziarie private che nulla hanno a che fare con i fatti nazionali”.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

TAG