Politica

Tomasone, la riconfigurazione della città di Avellino

AVELLINO. L’assessore all‘Urbanistica, Ugo Tomasone, in un’intervista rilasciata al quotidiano Il Mattino, sottolinea l’importanza di riconfigurare la città di Avellino, di rivedere le condizioni del Puc (Piano urbanistico comunale) e ripartire da tre priorità: «La prima: la variante di salvaguardia nel paesaggio intorno Avellino attraverso la definizione di un Piano del verde che sarà redatto per la prima volta nella storia della città. Costituirà uno strumento di tutela dinamica moderno ed estremamente opportuno. La seconda: il programma di rigenerazione urbana che punta a bloccare il consumo di nuovo suolo e che uscirà dall’ambito teorico attraverso la realizzazione dei piani particolareggiati, dei Piani urbanistici attuativi come quelli del Campetto Santa Rita, di Quattrograne Ovest – finanziato con il Bando periferie  -e di via Francesco Tedesco dove sta per essere avviato il programma per la porta Est di Avellino. I piani particolareggiati conterranno il disegno urbanistico, ma anche le possibilità degli strumenti con cui incentivare la realizzazione di attività commerciali, produttive e di servizio. La terza: la mobilità, con una riflessione sul sistema di trasporto pubblico, sui nuovi parcheggi al Mercatone e alle spalle della Biblioteca provinciale e sulle piste ciclabili in viale Italia e lungo il Parco del Fenestrelle. Qui l’impianto dei collegamenti dovrà basarsi sull’interscambio ferro-gomma, facendo della Stazione ferroviaria il nuovo centro pulsore».

Articolo a cura di Rosa Melillo

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button