Cronaca

Tentato suicidio a Montoro, parla un compagno di scuola della vittima

Dopo l’episodio di tentato suicidio in una scuola di Montoro, dove un 15enne diversamente abile, vittima di bullismo, ha tentato di gettarsi dalla finestra dall’istituto, parla il rappresentante d’istituto, che difende l’operato di insegnanti e dirigenti e respinge le accuse di discriminazione.

15enne vittima di bullismo a Montoro

Mario Petrosino, rappresentate degli studenti dell’istituto di Montoro dove il 15enne autistico ha tentato il suicidio la scorsa settimana, respinge ogni accusa mossa nei confronti della scuola e afferma

Non c’è mai stato un atto di bullismo nei confronti dei ragazzi autistici, anzi per noi sono una grande risorsa.Nella mia scuola ci sono 54 ragazzi diversamente abili e con noi svolgono tutte le attività, sia pratiche che teoriche. Per noi ragazzi, vengono prima loro e poi tutti gli altri. Noi abbiamo anche seguito corsi contro il bullismo e il cyberbullismo e mai avremmo pensato di sentire certe accuse.

La ricostruzione dell’episodio secondo i compagni

Il ragazzo prosegue e parla della presunta vittima

Il giovane che dice di essere stato oggetto di abusi, violenze e quant’altro lo conosciamo da tempo. È un ragazzo sensibile e quindi voleva giocare con una ragazza a lanciarsi l’astuccio ma lei, vista la pericolosità del gioco, si è rifiutata.

È stato a questo punto che è scattato qualcosa nel 15enne, che si è alzato, ha aperto la finestra e ha tentato di lanciarsi.

Ed è stata proprio la compagna di classe a bloccarlo, tirandolo per il maglione. Questo è quello che mi hanno raccontato i compagni di classe, ai quali credo fermamente.

Un episodio tutto da verificare, insomma.

Articoli correlati

Back to top button