Cronaca

Orrore a Summonte, violenta la figlia: padre-orco in manette

Orrore a Summonte dove i carabinieri hanno eseguito l'arresto di un 56enne accusato di violenza sessuale aggravata sulla figlia 14enne

Orrore a Summonte dove i carabinieri di Ospedaletto D’Alpinolo hanno eseguito l’arresto su disposizione del magistrato di un 56enne accusato di violenza sessuale aggravata sulla figlia 14enne.

Summonte, violenta la figlia 14enne

L’episodio è accaduto nelle case popolari di Summonte, dove la bambina viveva insieme ai fratelli, ai genitori, madre e padre di mezza età, e i nonni paterni. La vicenda è venuta alla luce la scorsa estate dopo la denuncia di un’ex insegnante della bambina che aveva assistito a diversi episodi drammatici proprio in paese.

La ragazzina si era recata finanche negli uffici del comune dove, pronunciando frasi sconnesse, si era denudata. Il sindaco Pasquale Giuditta che aveva mosso gli uffici del piano di zona fu protagonista anche di un tentativo di aggressione da parte dei familiari della ragazzina.

L’adolescente si trova in una casa protetta

L’adolescente si trova in una casa protetta assistita da sociologi e psicologi. E sono stati proprio gli psicologi con esperti dell’arma insieme al magistrato a raccogliere la ricostruzione delle violenze dalla viva voce della ragazzina che ha descritto il padre come l’uomo che le riservava morbose attenzioni.

Fonte: Il Mattino


Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto