Cronaca

Strage viadotto Acqualonga, le richieste di condanna per Autostrade

Dopo la richiesta di condanna per il proprietario del mezzo che cadde giù dal Viadotto Acqualonga provocando la morte di 40 persone, e per due funzionari della Motorizzazione di Napoli che non effettuarono i controlli sul mezzo simulando, di fatto, una certificazione di idoneità.

Le condanne per Autostrade

Omicidio, lesioni e disastro colposo, con queste accuse la Procura ha avanzato le richieste di condanna per i dirigenti di Autostrade.

Sono stati chiesti 10 anni per Giovanni Castellucci, amministratore delegato della società Autostrade per l’Italia, altrettanti per Riccardo Mollo, direttore della Direzione Servizi Tecnici e Condirettore Generale della Operations e Maintenance e per Giulio Massimo Fornaci, responsabile dell’articolazione “Pavimentazione e barriere di Sicurezza”.

Ancora, 10 anni di reclusione per Marco Perna, responsabile del procedimento relativo al “progetto di sostituzione e potenziamento delle barriere di sicurezza e di bordo laterale” dell’Autostrada A16 Napoli-Canosa, Paolo Berti, direttore del VI tronco della società autostrade per l’Italia dal 2009 al 2012.

La stessa richiesta per i predecessori Nicola Spadavecchia ,Michele Renzi e Gianluca De Franceschi come responsabile dell’Area di servizio del VI tronco, e i successori Gianni Marrone e Bruno Gerardi coordinatore del Posto di Manutenzione centro esercizio dal 2006 al 2011 e Antonio Sorrentino coordinatore Posto di Manutenzione e centro di esercizio dal 2011.

I reati contestati

Negligenza, imperizia, imprudenza, e violazione delle norme che garantiscono la circolazione autostradale in sicurezza, per aver omesso di provvedere alla riqualificazione dell’intero viadotto  nonostante l’adeguamento di tratti significativi di tronchi stradali, con particolare riferimento alla sostituzione delle barriere di sicurezza.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button