Cronaca

Solofra, truffa milionaria in banca Bper: spuntano altre vittime

Solofra, proponeva investimenti vantaggiosi ma intascava il denaro: spuntano altre vittime della truffa del dipendente della banca Bper

Solofra, proponeva investimenti vantaggiosi ma intascava il denaro: spuntano altre vittime del raggiro messo in atto da un dipendente della banca Bper. Si tratterebbe di un 60enne di Mercogliano. Tra le vittime della truffa milionaria figurano imprenditori, operai, artigiani, piccoli commercianti e pensionati.

Truffa in banca Bper a Solofra: altre 4 denunce

In pochissime ore, altre quattro persone si sono rivolte all’avvocato Valerio Preziosi, che sta assistendo alcune delle presunte vittime del raggiro.

Secondo quanto denunciato, il dipendente della filiale solofrana della Bper, aveva suggerito una serie di investimenti molto convenienti a familiari, amici e clienti in alcuni titoli obbligazionari, anche se non aveva le competenze per farlo. Proponeva titoli a sei mesi e a un anno, con ottimi interessi. Alla scadenza pagava gli interessi al cliente, ma non esibiva la somma capitale.

Quando l’investitore versava la propria quota, l’impiegato emetteva anche una ricevuta con le indicazioni specifiche. Ma il danaro, in realtà, non sarebbe mai passato per la cassa dell‘istituto di credito. Poi l’amara sorpresa per l’interessato.

La Bper fa chiarezza

La banca Bper, attraverso l’avvocato Luigi Petrillo, fa chiarezza: “Solo alcune delle persone interessate dalla vicenda risultano essere correntiste. Altre sono completamente sconosciute alla banca, quindi non hanno mai intrattenuto rapporti con Bper. Sono in corso accertamenti perché la situazione è molto complessa. L’operazione è transitata al di fuori dei canali bancari. Non c’è traccia delle somme che sono state affidate a questo impiegato, né di quelle che sono state consegnate a titolo di interesse. Sui conti correnti delle persone che sono state truffate non c’è nulla né in ingresso né in uscita. L’attività è stata svolta dal dipendente utilizzando dei documenti contraffatti in modo grossolano”.

“L’unica vittima che ha mostrato alla banca un documento relativo all’investimento, aggiunge il legale, ha riferito di aver dato questi soldi al dipendente in contanti. Si stanno facendo tutte le verifiche con l’ufficio dell’ispettorato. La direzione ci tiene a chiarire che questa operatività è stata condotta all’esterno della banca. L’unico tratto che collega la vicenda alla banca è che il signore faceva il cassiere presso la filiale. Sull’entità complessiva c’è un grande punto interrogativo. Abbiamo chiesto alle vittime che ci venisse fornita una evidenza delle cifre consegnate. Stiamo valutando di presentare un esposto di carattere penale: c’è l’ipotesi di reato legata alla falsificazione della documentazione bancaria”.

Solofra, truffa in banca da un milione: sospeso dipendente Bper

 

 

Articoli correlati

Back to top button