Cronaca

Sidigas, sequestrati beni per oltre tre milioni e mezzo di euro a Gianandrea De Cesare

Sequestro da tre milioni e mezzo di euro a Gianandrea De Cesare, titolare della Sidigas tra denaro e beni mobili ed immobili

Maxi sequestro nei confronti della Sidigas. Oltre tre milioni e mezzo di euro, tra denaro e beni mobili ed immobili sono stati sequestrati all’imprenditore Gianandrea De Cesare, titolare della “Sidigas”, ed amministratore unico della Scandone Basket di Avellino, attualmente in liquidazione.

Sidigas, sequestro da tre milioni e mezzo di euro

Il sequestro preventivo d’urgenza, richiesto dalla procura di Avellino, è stato convalidato dal Gip Paolo Cassano, e fa riferimento all’omesso versamento dell’Iva dal 2014 al 2017 da parte della “Società sportiva Felice Scandone”. Il provvedimento si è reso necessario dopo che la società sportiva era stata ammessa, dopo l’istanza di fallimento avanzata dai Pm, alla presentazione di un piano di concordato per risolvere una esposizione debitoria nei confronti dell’Erario di oltre otto milioni e mezzo per imposte, sanzioni e interessi maturati nel corso degli ultimi anni.

Il rinvio a giudizio

De Cesare era stato rinviato a giudizio nel 2020 per alcune ipotesi di reato collegate alla gestione della “Sidigas spa”, società che opera nella distribuzione del gas metano in provincia di Avellino,. Tra esse: falso in bilancio ed omesso versamento dell’Iva, sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte.

Articoli correlati

Back to top button