Cronaca

Sicurezza in autostrada, emesso un provvedimento di sequestro per altri 9 viadotti

Continua l’inchiesta del Tribunale di Avellino sulla sicurezza della barriere in autostrada: per ordine della Procura sono stati sequestrati altri 9 viadotti tra Benevento, Chieti, Roma e Santa Maria Capua Vetere.

Sicurezza in autostrada, il tribunale di Avellino sequestra altri 9 viadotti

Secondo la Procura del Capuluogo irpino, le barriere laterali di questi viadotti costituiscono un pericolo, un problema grave che è venuto fuori, prepotentemente, solo negli ultimi anni, dopo la strage di Acqualonga.

I viadotto sequestrati

Sono stati posti sotto sequestro

  • viadotto Val Freghizia
  • Rio Pescara
  • Fosso Pezza Secca (tutti sull’A1 Milano-Napoli tra le uscite di Guidonia, Monte Celio- Caianello e Capua)
  • viadotto Collonella
  • viadotto Fonte dei Preti
  • Del Vomano (tutti sull’A14 Bologna-Taranto tra le uscite Teramo e Roseto degli Abruzzi Lanciano e Val di Sangro e D’Antico
  • viadotti Omero Fabriani
  • Lamia ( sull’A16 Napoli-Canosa, tra le uscite Vallata e Lacedonia, in entrambe le carreggiate)

L’inchiesta

L’elenco dei tratti di autostrada posti sotto sequestro è lungo, ma è la prima volta che l’inchiesta si estende anche oltre i confini della regione Campania. I viadotti sotto esame si trovano, principalmente, lungo sull’A16 Napoli-Canosa tra Baiano e Benevento e sull’A14 Bologna-Taranto tra Pescara Ovest e Pedaso.

La sicurezza prima di tutto

Alla luce di questo ultimo provvedimento, salgono a 31 i viadotti sequestrati. Secondo la Procura, lungo queste strade, sarebbero necessari interventi di messa in sicurezza per le barriere laterali. Lungo questi viadotti, per ora, è stato imposto un limite di velocità: 40 km/h per i veicoli pesanti e 60 km/h per quelli leggeri.

Articoli correlati

Back to top button