Cronaca

Shock al Moscati, impiegato del Cup chiude una donna in uno stanzino e tenta di violentarla

Chiude una donna in uno stanzino e tenta di violentarla: aggressione shock all'ospedale Moscati di Avellino

Momenti di paura, nella giornata di ieri 20 agosto, all’ospedale Moscati di Avellino dove un addetto dello sportello del Centro unico prenotazioni (Cup), un uomo di 60 anni, ha tentato di violentare una 33enne di origine albanese residente a Mirabella Eclano.

Moscati, chiude donna in uno stanzino e tenta di violentarla

Chiude una donna in uno stanzino e tenta di violentarla. La stringe forte e prova a palpeggiarla, ma lei, più forte dell’aggressore, riesce a fuggire via. Momenti di terrore quelli vissuti al Moscati dove solo l’intervento di alcuni dipendenti ha evitato il peggio.

I fatti sono avvenuti, come scrive anche l’odierna edizione de Il Mattino, nella mattinata di ieri. Secondo quanto ricostruito finora, un 60enne avellinese avrebbe convinto la 33enne a seguirlo per risolvere una questione amministrativa.  La direzione strategica dell’Azienda ospedaliera Moscati, come da prassi, ha avviato un’indagine interna.

Articoli correlati

Back to top button