Cronaca

Schiave del sesso in Irpinia: spunta un registro con i nomi delle vittime

SANT’ANDREA DI CONZA. Schiave del sesso in Irpinia. Emergono nuovi dettagli nel caso del pastore evangelico, operante in Irpinia, indagato per violenza sessuale e riduzione in schiavitù.

Il pubblico ministero di Napoli aveva chiesto l’archiviazione per il reato di riduzione in schiavitù, ma gli avvocati delle vittime avevano presentato opposizione, poi accolta dal gip.

Schiave del sesso in Irpinia: spunta un registro con i nomi delle vittime

Proprio dal decreto di opposizione all’archiviazione derivano nuovi particolari. Una delle vittime, rappresentata dall’avvocato Danilo Iacobacci – spiega Ottopagine – ha consegnato un file audio ai carabinieri nel quale il figlio del pastore dichiarerebbe di essere a conoscenza dell’esistenza di un registro in cui erano annotati tutti i nomi delle vittime delle violenze compiute dal padre.

A ciò si aggiungerebbe la testimonianza di un’altra vittima che racconta che il pastore in alcune occasioni avrebbe concesso le fedeli anche ad altri uomini per ringraziarli dei loro servizi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button