Cronaca

San Sossio Baronia, scoperta discarica con materiali cancerogeni: scatta il sequestro

A San Sossio Baronia, i carabinieri di Avellino hanno scoperto una discarica composta da materiali cancerogeni: scatta il sequestro dell’area.

I carabinieri sequestrano un’area pericolosa

Permane alta l’attenzione e la vigilanza dei Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino nella pianificazione ed attuazione dei servizi finalizzati anche all’accertamento di violazioni connesse alla tutela dell’ambiente e della salute pubblica, in particolare all’illecita gestione e smaltimento di rifiuti e sostanze inquinanti.

I Carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino hanno eseguito predisposti servizi, intensificando i controlli a discariche, siti di stoccaggio e centri di raccolta per rifiuti speciali nonché in quelle zone più isolate al fine di prevenirne l’abbandono incontrollato.

Nell’ambito di tali controlli, in San Sossio Baronia i militari della locale Stazione hanno individuato un’area di circa 500 metri quadrati, di proprietà comunale, ove è stata riscontrata la presenza di rifiuti di vario genere, tra cui verosimilmente frammenti di lastre di eternit, composto notoriamente considerato altamente cancerogeno.

Sul posto è stato richiesto intervento di personale specializzato dell’ARPAC, per il prelievo di frammenti al fine di espletare successive analisi di laboratorio per la caratterizzazione.

Conseguentemente i Carabinieri hanno provveduto a sottoporre a sequestro l’area interessata, notiziando del reato la Procura della Repubblica di Benevento.

Sono in corso indagini tese all’individuazione dei responsabili dell’illecito smaltimento di rifiuti.

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button