Curiosità

Saldi, l’attacco del Codacons: «Andrebbero aboliti»

«I saldi di fine stagione sono oramai obsoleti e superati, non incontrano più l’interesse dei consumatori e, pertanto, vanno aboliti per legge». Lo afferma il Codacons, che sottolinea come siano profondamente cambiate le abitudini d acquisto dei cittadini, e come i saldi in partenza oggi faranno registrare l’ennesimo flop.

«Ancora una volta le vendite durante in questo periodo faranno registrare una contrazione – spiega l’associazione – Le famiglie infatti non prevedono di effettuare grandi acquisti durante gli sconti né dedicheranno significativi budget di spesa ai saldi, al punto che solo il 40% degli italiani conta di approfittare delle vendite di fine stagione per fare qualche acquisto nei negozi».

Saldi, un flop annunciato

«Il flop previsto è da attribuire sia alla partenza degli sconti a ridosso delle festività natalizie e di Capodanno, quando i portafogli degli italiani risultano già svuotati dalle spese per regali, pranzi e cenoni, sia a profonde modifiche nelle abitudini dei consumatori – spiega il presidente Carlo Rienzi – I cittadini possono infatti acquistare tutto l’anno prodotti scontati attraverso le piattaforme e-commerce, con il commercio online che attira un numero sempre crescente di acquirenti, al pari di iniziative come il Black Friday che hanno portato le famiglie ad anticipare acquisti prima relegati al periodo degli sconti di fine stagione».

 

Budget medio nazionale in netto calo

Il budget medio nazionale dedicato ai saldi invernali scenderà quindi a una media di 168 euro a famiglia, con una contrazione del -4% rispetto agli sconti di fine stagione del 2017. Importante, poi, acquistare con buon senso.

 

Potrebbe interessarti anche:

Acquisti, consigli per evitare fregature

Attenti ai saldi, i consigli dell’Unione consumatori di Avellino

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button